AUTORI
Awam Amkpa
18.03.2016

Arti decorative e identità africana / Echi del passato, iscrizioni del presente

English Version   In un salone elegantemente affrescato di Villa La Pietra, sede fiorentina della New York University, vi è un pregevole manufatto che ritrae una donna con una tunica marrone chiaro adornata da foglie di fico dorate, un colletto d’oro e bottoni e stivali in tinta. Sul suo viso d’ebano è disegnato un ampio sorriso e il suo corpo è semi-genuflesso. Le braccia aperte accolgono i visitatori, come a suggerire un invito: “Datemi i vostri guanti, le sciarpe, i cappotti”. Dall’altra parte della stanza vi è una statua simile, che ritrae una figura maschile. Le sue sembianze sono quelle di un paggio del XVIII secolo. È un giovane africano dalla splendida chioma ricciuta, adornato da stemmi marroni e dorati,...

18.03.2016

Echoes of Pasts, Inscribing the Present

Italian Version   In an elegantly frescoed salon at New York University’s Florence estate, Villa La Pietra, stands an artifact of beauty, her light brown tunic adorned with brushes of gold fig leaves, a golden collar, and buttons and boots to match. An expansive smile is etched into her ebony face as her body strikes a semi genuflecting pose. Her outstretched arms beckon visitors with an invitation to be served: “give me your gloves, your scarves, your coats, they seem to say.” A similar sculpture but male, is positioned across the room from her. He is made in the likeness of an 18th century page.  With the stem of a horn or trumpet tucked under his right shoulder, this African-looking boy, resplendent in rich curls, and brown and gold heraldry, is...