AUTORI
Guido Ballo

Guido Ballo (Adrano, 12 aprile 1914 –  Milano 26 luglio 1910) è stato uno scrittore e critico d'arte italiano. Nel 1939 si trasferì a Milano, luogo cruciale per il suo percorso nella vita artistica e culturale.  Titolare di cattedra di storia dell'arte presso l'Accademia di Brera di Milano. Sostenitore delle ricerche innovatrici nell'arte e in poesia.

 

Curatore di grandi mostre fra le quali ricordiamo quelle dedicate a Boccioni, Fontana, Munch e Le origini dell'astrattismo e poi autore di diversi volumi basilari per la comprensione dell'astrattismo quali: Occhio critico 1 e 2, La storia dell'arte italiana, La mano e la macchina. Ha curato le pagine culturali dell'Avanti! e del Corriere della Sera.

 

Nel 1972 ha pubblicato anche un disco, Metràpolis, in cui recita alcune sue poesie con un accompagnamento musicale realizzato da Detto Mariano e suonato da Gianni Leone e Gianchi Stinga del Balletto di Bronzo, da Danny B. Besquet e da Ronnie Jackson.

 

Nel 1994 è uscita una sua raccolta di poesie Il muro ha un suono, curata da Vanni Scheiwiller e Arnaldo Pomodoro, con una prefazione di Stefano Agosti.

11.04.2014

Guido Ballo: idea per un ritratto

Come sempre, i centenari sono un’occasione per ripensare al lavoro e alla vita di qualcuno che si è distinto nel lavoro, nelle idee o nelle azioni. Sono il momento giusto per mettere dei punti fermi e ripercorrere, con l’obiettività della distanza storica, umana e temporale, fatti, idee, emozioni e risistemare ciò che negli anni è stato dimenticato, frainteso o semplicemente distorto. In questo, la storia che sto per scrivere forse non fa eccezione, ma la sua particolarità sta nei suoi due protagonisti, che sono davvero fuori dal comune, così come il loro lungo sodalizio umano e professionale: Guido Ballo e Lucio Fontana.   Guido Ballo con Mario Radice (in piedi) negli anni 80   Fontana aveva quarantasei anni, Ballo...