EURO 2012 – Sesta Giornata

SESTA GIORNATA

13 giugno, gruppo B

 

 

Danimarca - Portogallo

**

 

Sarà una partita interessante. Il Portogallo deve assolutamente vincere, con un pareggio sarebbe praticamente condannato. Ai danesi invece potrebbe bastare un pareggio per poi attendere il risultato dell’altra partita del girone.

Sono due squadre molto simili, corte e veloci. Il Portogallo ha ben giocato contro i tedeschi e avrebbe meritato il pareggio. La partita che deve fare oggi non aiuta i portoghesi, che non sono tagliati per gli assalti. Ma non ci sono alternative. Se vogliono arrivare a giocarsi tutto con l’Olanda, i portoghesi devono vincere. Ne potrebbe uscire una partita imprevedibile, magari con tanti goal. Per noi alla fine vince il Portogallo; la Danimarca è ancora in debito con la fortuna dall’incredibile Europeo vinto venti anni fa (ne avrà ancora per almeno cinquanta anni) e pertanto merita di perdere: Portogallo vincente con tanti goal.

L’over 3,5 è dato a 3,40.

 

 

Olanda - Germania

****

 

Comprate le birrette e un kebap, sedetevi e gustatevi questo grande classico del calcio europeo. Olanda e Germania hanno sempre assicurato partite memorabili, come la finale mondiale del ‘74 tra l’Olanda del calcio totale e la Germania di Beckenbauer ,o come la semifinale degli europei dell’88 dove si sfidavano Van Basten e Matthäus, per non parlare delle simpatiche scenette con Voller e Rijkaard ad Italia ‘90. Insomma, il massimo! 

Se guardiamo a quello che hanno fatto fin qui, i tedeschi sono troppo giovani e troppo belli, gli olandesi invece troppo brutti per essere veri. Quello scienziato di Van Marwijk, contro la Danimarca, ha messo tutti quelli buoni in un mucchio e tutti quelli che sanno solo legnare in un altro mucchio. Come da bambini: quelli buoni in attacco! Così la squadra, nonostante Sneijder in stato di grazia, era segata in due ed è riuscita – con un po’ di sfiga – a perdere contro una squadra scarsa che non ha nemmeno giocato bene. Come una squadra così disperatamente segata in due abbia potuto pensare di fare a meno di un giocatore come Seedorf resta una mistero. Può essere che l’essere costretta dai tedeschi a giocare più corta alla fine giovi all’Olanda, che magari si ricompatterà un po’, ma di certo la difesa è indecente (il migliore è gattodimarmo Heitinga, fate un po’ voi), Robben è troppo sfigato per stare al mondo e Van Persie è un giocatore di rara inutilità. (Peraltro, non c’entra molto, ma ci teniamo a sottolineare come Van Persie sia l’ennesima dimostrazione di come il presunto maestro Arsène Wenger sarebbe stato capace di far disimparare a giocare a pallone persino a Maradona).

Davanti a tante disgrazie, la Germania è relativamente ben messa (e ha comunque tre punti). Il suo unico problema è che costruisce gioco per una punta che non lo potrà mai sfruttare. Infatti quel gramo cristo di Gomez non potrà mai arrivare sulle palle che gli scagliano rasoterra Podolski e Özil (e non è certo un caso che abbia segnato su un cross deviato che gli ha dato finalmente il tempo di prendere posizione). Vista la questione con un minimo di raziocinio, non si capisce perché la Germania non faccia giocare Klose (e l’Olanda non faccia giocare Huntelaar).

Detto questo, il calcio non è (solo) logica. Quindi per noi la brutta e stolta Olanda di Van Marwijk ce la fa.Olanda vincente è data a 2,90.

 

 

Il diario del Colonnello Lobanovsky è fatto da Matteo Ardente, Lorenzo Laura, Giacomo Summa, Pier Paolo Tamburelli e Pietro Vallone. Se poi volete leggere un’analisi dell’Europeo fatta da persone serie, leggete qui. Sono davvero bravi e fanno questo di mestiere; noi no.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO