Aristide Rossi in Borgo Paglia

Aristide Rossi aveva ventiquattro anni, compiuti giusto da qualche giorno, quando fu freddato Oltretorrente dagli ultimi fuochi dei fascisti alla macchia e dei tedeschi in fuga. Era il 24 aprile 1945: ancora poche ore e Aristide, come tanti suoi compagni partigiani, avrebbe potuto vedere coi suoi occhi la libertà, votare al referendum costituzionale, costruirsi la vita giovane dopo aver contribuito a liberare il proprio Paese. Combatteva con la brigata Parma Vecchia, tra le prime a costituirsi in città l'indomani dell'armistizio con gli angloamericani. Lo ricorda una lapide in borgo Paglia, mentre la stele apposta al sacrificio del giovane Volontario per la Libertà sta all'angolo tra strada Bixio e via Benassi, i colori un po' erosi dal tempo, muta testimone di ignari aperitivi e schermaglie liceali.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO
08 Gennaio 2016