Molto grossa, incredibilmente vicina

A un anno di distanza dalla tragedia della nave Concordia ancora arenata sulle coste dell'isola del Giglio, doppiozero regala questo bel reportage/diario/racconto di Lorenza Pieri, Molto grossa, incredibilmente vicina. Un anno con la Concordia sotto le finestre.

 

Un reportage scritto benissimo, riflessivo e commovente, su un'isola e una nave, (quell'isola, quella nave). Bravissima, Lorenza Pieri!

Stefano Bartezzaghi

 

Qui il link per scaricarlo gratuitamente. 

 

“Provate a fare uno sforzo mnemonico e a risalire al primo paesaggio della vostra infanzia che ricordate, possibilmente con piacere. Penso che ognuno di noi abbia nel proprio immaginario un rettangolo con un panorama che può considerare dell’anima, il primo giardino in cui ha giocato, gli alberi dietro la casa dei nonni, la vista di una spiaggia o di una collina sulla quale ha scorrazzato per ore durante le vacanze estive. Ecco, adesso prendete quel rettangolo di nostalgia e metteteci dentro un enorme oggetto di metallo, pesantissimo, inamovibile e del tutto incongruo con il paesaggio che lo contiene. Poi pensate che per via di quell’oggetto, in quel posto hanno perso la vita trentadue persone. Provate a immaginarvi di mettere in fila pure loro, una accanto all’altra, nello stesso rettangolo. Poi provate ad abituarvi a guardarlo così, il vostro panorama dell’anima, anzi, a vederlo per settimane sulle prime pagine di tutti i giornali, in televisione, su internet.
Dopo questo esperimento di immaginazione potete avvicinarvi a capire cosa significa per me (e per tanti gigliesi) la tragedia della Costa Concordia.”

 

La libreria di doppiozero continua a crescere, con un nuovo titolo da scaricare e leggere su tablet o su carta, stampando il pdf.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO
11 Gennaio 2013