Speciale Ai Weiwei | Non ci pensate nemmeno

Dal blog di Ai Weiwei. Post del 21 giugno 2008

Esiste davvero il karma in questo mondo? Per quanto mi riguarda, io non ci credo. Se esistesse, la punizione sarebbe arrivata già da tempo e le cose non si sarebbero trascinate così a lungo. Destino ed efficienza si sono dimostrati inaffidabili. Se il karma esistesse, come minimo si sarebbe manifestato in una certa misura, o avrebbe lasciato che almeno una frazione del suo spirito si mostrasse, piuttosto che permettere a decine di milioni di persone in pochi milioni di chilometri quadrati di cadere nella disperazione più nera. È tutto talmente vago e impreciso, da minare ulteriormente la già tormentata fede di ogni scettico.

 

Non è difficile arrivare alla conclusione che viviamo in un mondo dove non esiste alcun karma. Ho visto la luce, il mio cuore è più leggero, e così tante cose son diventate chiare. Non c’è bisogno di guardare troppo lontano nel passato; appena all’inizio di quest’anno c’è stata un’enorme nevicata che ha lasciato alla mercé del gelo e della fame decine di milioni di persone di ritorno a casa dopo le vacanze.

 

Furniture series, 1997-2000

 

E prima ancora che la neve si sciogliesse, in Tibet è scoppiata la rivolta, mentre la gente si riuniva intorno a una torcia che non riusciva neanche a veder attraversare il mondo. Senza i nostri fratelli nordcoreani, si potrebbe pensare che il mondo intero sia contro di noi, vista la frequenza con cui tutti quanti feriscono i sentimenti del popolo cinese.

 

La questione della torcia continua a versare sale sulle nostre ferite e a scuotere il nostro mondo, e poi ci sono state le inondazioni, il crollo dei mercati finanziari… ed è appena giugno, mancano ancora alcune settimane alle Olimpiadi. Il fato opera in un modo tutto suo e in un mondo senza karma le cose accadono in maniera tragica e impetuosa per poi allontanarsi con grazia e senza fretta.

 

Furniture series, 1997-2000

 

Potete essere ostinati e privi di scrupoli quanto vi pare, però chiaritemi cosa vuol dire socialismo con caratteristiche cinesi. Una compagnia aerea nazionale può trattenere in ostaggio i passeggeri su diversi aerei come se niente fosse; il Ministero della Cultura può usare metodi di bassa lega per controllare e monopolizzare il mercato al fine di costruire un falso senso di prosperità culturale; e tutti giocano a fare gli stupidi. Nonostante migliaia di scuole scadenti siano crollate e migliaia di studenti siano andati incontro a una morte prematura, questo fatto non ha alcuna relazione con il dipartimento dell’Istruzione pubblica; sono semplicemente gli inevitabili effetti di un terremoto di magnitudo elevata. Non c’è bisogno di riflettere o di chiedersi perché le cose siano andate in questo modo, visto che il dolore è sempre stata una risorsa inesauribile per “rigenerare la nazione”. Nel corso di migliaia di anni, disastri, lacrime e “donazioni obbligatorie” sono state trasformate in una “fortuna” senza precedenti. Per anni, l’enorme numero di morti accumulati hanno finito per creare “fantasmi fortunati”. Per lo meno non dovranno andare incontro a un’altra morte spaventosa.

 

Niente di ciò che avviene in questa terra è sorprendente. Niente può avere significato, niente ha una sua autentica inevitabilità di causa-effetto. La causa è l’effetto e l’effetto è la causa; di che karma stiamo parlando? Chi si occupa delle sanzioni? Gli uomini hanno sempre avuto il potere di spingere il presente e il futuro nel passato; il futuro è incerto, e il passato può essere cambiato a piacimento. Non esistono difficoltà che gente eroica come noi non possa superare.

 

Furniture series, 1997-2000

 

I crimini totalitari cominciano con il negare il valore individuale della vita, cancellare la realtà e rifiutare la responsabilità. Ciò equivale a dire che la vita è insignificante, che non vale niente, che non c’è speranza. Questo è assurdo! Al di là di voi stessi, e dei vostri giorni né troppo lunghi né troppo corti, non esiste altro futuro. Questo è tutto ciò che avete, non ci sarà alcuna vita migliore. Che il mondo sia caldo o gelido, le sue radici affondano nell’indifferenza. Questo è il mondo in cui vivete, un mondo in cui la vita di ciascuno non vale nemmeno abbastanza da menzionarla, eppure spuntano eroi da tutte le parti. Suscitano entusiasmo con l’amore, blandiscono con la morale, e ostentano la loro sfrontatezza, il tutto per perpetuare una leggenda. Questo è un mondo falso, senza giustizia, ben disposto verso l’ignoranza e l’avidità di una piccola minoranza e basato sull’inganno e sui guadagni illeciti.

Furniture series, 1997-2000.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO