AUTORI
Sandro Calvani
28.04.2014

Tra cuore e cervello

Il governo del mondo Nessuna delle strutture che l'umanità si è data oggi per decidere sul suo futuro ha una capacità di analisi e di rappresentatività – cioè di diritto della decisione – che veramente si riferisca agli individui e in particolare alle prossime generazioni. Con l'unica eccezione sul piano politico dell'Unione Europea, hanno tutte una base nazionale. Dato che i beni comuni globali che contano (energia, acqua, ambiente, le questioni di genere, quelle generazionali etc.) sono tutti sovranazionali ci troviamo oggi nella situazione di una crisi non governata. Lo vediamo nella finanza, nell'occupazione, nell'immigrazione. E nel caso della sicurezza alimentare: abbiamo un sistema che non funziona, l'abbiamo...