Milano zona cinque

Inizio di giugno dell’anno scorso, andavo in giro nella parte più a sud della zona cinque di Milano, lungo il naviglio pavese all’altezza della conca fallata, sul lato ovest. Il corso d’acqua, come di solito, divide due sponde.

 

C’è chi sta di là e chi di qua. Da alcuni mesi vivo “da questa parte” e non sento l’attrazione di fare una foto nel lato che dà sul quartiere attorno a via dei Missaglia. Da quest’altro lato invece tutto mi appare esotico.

 


Ero in giro a cercare altro (le foto del bambino sulla roggia che trovai mesi dopo) e per un centinaio di metri ho seguito questo gruppetto di zingari, finché mi decisi a rubare lo scatto; il primo del rullo. Mi ritirai alcune ore dopo con quest’unico scatto, celato nel buio all’interno della macchina fotografica

 

Scaricai il rullo con le undici pose rimanenti una settimana dopo, fotografando un’amica che mi venne a trovare a casa.



Tags dell'articolo:



Articoli correlati

La velocità di lotta
Vincenzo Latronico

Ritorni a L'Aquila
Alberto Saibene

Oggetti d'infanzia | La cartella... Andrea Giardina

Cani in macchina
Andrea Giardina

Santarcangelo dei Teatri infrasottile... Elio Grazioli

Albicocca, bicicletta, Cuba
Vincenzo Latronico

Milano / Paesi e città
Umberto Fiori

Il sabato del villaggio / Addio confort... Giacomo Giossi

Ospedale San Paolo
Antonino Costa

Per scrivere un commento occorre aver letto e accettato le nostre Norme per la comunità.

comments powered by Disqus

© 2014 doppiozeroISSN 2239-6004Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate