Categorie

Elenco articoli con tag:

Massimo Carozzi

(2 risultati)

Nel campo dei Mutoid

Niente più giganteschi robot fatti di ricicli meccanici, mostri volanti costruiti con pezzi di elicotteri (anche con la carcassa di uno appartenuto all’avvocato Agnelli), macchine sospese, bambole e fantocci da immaginario cyborg o post-catastrofe; niente più roulotte e corriere travestite da casa, e officine creative, e feste con i lanciafiamme e con rombanti creature di rottami. L’esperimento sociale e artistico di Mutonia, l’accampamento, il villaggio punk della Mutoid Waste Company sulla riva del fiume Marecchia a Santarcangelo di Romagna, corre il rischio di scomparire.  Un vicino ha fatto causa al Comune della cittadina romagnola per inadempienza, per omissione di atti d’ufficio, per aver consentito una situazione abitativa anomala. La controversia è iniziata ai tempi dei rave party, che ormai tacciono da svariati anni. Ma poi è andata avanti. Il Comune ha sempre tollerato questo insediamento di artisti maghi del riciclo creativo, arrivati nel 1991 chiamati dal festival del teatro e insediatisi in quell’angolo ancora semiselvaggio di Romagna. Ha imposto loro, insieme alla sovrintendenza al paesaggio, alcune...

Speciale Docucity | ZimmerFrei.Temporary 8th

Il "temporary 8th" cui fa riferimento il titolo - apparentemente criptico - del film è l'ottavo distretto di Budapest, un quartiere popolare che è stato oggetto di una ampia “ristrutturazione urbana”. Nel 2006, il progetto“Corvin Promenade”, dopo un'ondata di sfratti, ricollocamenti, demolizioni, ha lasciato spazio a nuovi condomini, uffici, aree commerciali. Tuttavia, dell'ambiziosa operazione rimane ben poco. A causa della crisi economica infatti, il progetto ha rallentato il suo percorso nel 2008 e si è definitivamente arrestato nel 2010. L'ottavo distretto rimane pertanto uno spazio urbano costellato di buchi, di aree prive di una precisa destinazione d'uso in cui cortili di vecchie case diroccate si mescolano a orripilanti costruzioni moderne.   Gli artisti del gruppo ZimmerFrei (Massimo Carozzi, Anna de Manincor, Anna Rispoli), che da oltre un decennio si dedicano alla ricognizione degli spazi urbani attraverso i più diversi strumenti audiovisivi (videoinstallazioni, performance, film documentari), si sono recati a Budapest nella tarda primavera del 2012. Seguendo le parole di un...