AUTORI
Giovanni Solimine
12.09.2014

Per la promozione della lettura, in tutte le sue forme

Si rischia di essere noiosi a ripetere in ogni occasione il rosario delle cifre che descrivono lo stato della lettura e delle competenze linguistiche degli italiani. Ma forse vale la pena di ricordare qualche dato. Soltanto il 43% degli italiani legge un libro all’anno (a fronte del 61,4% degli spagnoli, 70% dei francesi, il 76% degli inglesi, l’82% dei tedeschi); la povertà delle pratiche culturali è in gran parte dovuto a scarsi livelli di istruzione: infatti, la percentuale di laureati nella fascia d’età 25-64 anni è del 15% rispetto al 28% dell’Unione europea e al 31% dell’area OCSE, e a ciò aggiungerei che quasi il 20% dei nostri laureati non legge neppure un libro all’anno; non deve stupirci, allora, se il 70%...