Categorie

Elenco articoli con tag:

Cinisello Balsamo

(2 risultati)

Tutto questo sta accadendo

Una biblioteca che non sembra (solo) una biblioteca e viene definita “piazza del sapere”, sulla scia e per ispirazione di Antonella Agnoli, che ha portato in Italia questa rivisitazione dell’idea stessa di biblioteca. La dedica ad un simbolo della storia dell’Italia del Novecento – “il Pertini”, così si chiama questo centro culturale – per una struttura però nuovissima, molto grande e bella, e ora sede anche di un maker lab. Qui si incontreranno e confronteranno i cosiddetti nuovi saperi; in una contaminazione continua tra cultura, libri, software, file, stampanti 3D e altre macchine connesse, giovani e giovanissimi si cimenteranno nell’autoproduzione in uno scambio tra pari.   Questo spazio si trova a Cinisello Balsamo, un hinterland di Milano che non vuole essere periferia culturale né dormitorio, e che prova a dare cittadinanza ai processi culturali emergenti, soprattutto dei giovani che ne sono portatori. Quando si vede il Pertini per la prima volta è facile rimanerne impressionati, per dimensione e modernità della struttura, pubblica. L’idea stessa della piazza non è...

Speciale Gianni Celati | Dormire con Celati

È molto vera una cosa ripetuta dalle persone che stanno raccontando il loro rapporto con Gianni Celati, e cioè che – rispetto ad altri autori magari più amati, o a torto o a ragione considerati più “importanti” – la sua scrittura fa appello a qualcosa di profondo e intimo, o magari nient’affatto profondo e forse neppure così intimo, ma che sentiamo ci riguarda a un livello molto personale. Qualcosa nella sua scrittura, ribadisco; anche se questo qualcosa di personale si precisa solo una volta che di Gianni si sia fatta la conoscenza di persona.   La prima volta che l’ho visto avevo letto, credo, solo Verso la foce. Eravamo alla fine degli anni Novanta, anzi era il ’98, il centenario di Leopardi. Quel libro, Verso la foce, mi aveva lasciato alquanto incerto. Proveniva da quella che mi appariva, ancorché così recente, un’altra epoca – anni che mi facevano antipatia. Ma già non mi sfuggiva il suo fascino. Sia come sia, Gianni venne alla «Sapienza» a parlare appunto di Leopardi. Ricordo che alla pomposa Aula Uno di Lettere lo presentò un vecchio...