Alice Figini

Annie Ernaux

Una scrittura fotografica del Reale

saggistica, anno: 2019

Isbn: 9788897685616

Prezzo: €8,00

Collana: Starter


Copia elettronica: ePub e mobi

Annie Ernaux è il nome di un puzzle i cui pezzi formano ormai, libro dopo libro, una delle opere letterarie più importanti dei nostri tempi.
«Le Nouvel Observateur»


Annie Ernaux è una delle voci più autorevoli del panorama francese e una delle autrici più innovative della nostra epoca. Attraverso la sua scrittura si compie un gesto etico, un fenomeno letterario senza precedenti che prende il nome di «auto-socio-biografia».
Svelando segreti, pronunciando l’innominabile, Ernaux riesce ad abbattere una barriera, inaugurando una nuova forma di autobiografia non più individuale, ma sociologica.
La scrittura restituisce così la realtà con impeccabile precisione evolvendosi in una forma di tensione morale: lei racconta prefiggendosi un unico scopo, quello di «far esistere ciò che altrimenti andrebbe perso».
Nel mese di maggio 2018 le è stato conferito il Premio Hemingway per la Letteratura con la seguente motivazione: «Per aver rinnovato in modo personalissimo le possibilità dell’autobiografia, come forma letteraria e strumento di conoscenza della realtà».


Alice Figini (Como, 1993) laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Milano, si è in seguito specializzata in Editoria e Scrittura presso l’università La Sapienza di Roma con una tesi su Annie Ernaux. Negli ultimi mesi ha lavorato come redattrice e copywriter a Parigi presso l’azienda internazionale Webedia. Collabora, con testi giornalistici, critici e narrativi, a diverse riviste online, tra cui Culturificio, La Setta dei Poeti Estinti, Storie di Sport e la rivista bimestrale accademica Diacritica.


 Indice

    Introduzione

    1- Scrivere la vita
        1.1 Un quadro d’insieme    
        1.2 L’autosociobiografia di Annie Ernaux    
        1.3 Photojournal: uno spazio autobiografico differente    
           1.3.1 Gli armadi vuoti dell’infanzia    
           1.3.2 L’onta: tematizzare la vergogna sociale    
           1.4 L’educazione cattolica: «un don reversé»    

    2- Una voce di donna
         2.1 Un quadro d’insieme     
         2.2  Sulla soglia tra pubblico e privato: un nuovo genere?    
            2.2.1 La scrittura fotografica: Diario dalla periferia    
            2.2.2 Gli anni e la svolta    
        2.3  La vergogna femminile    
            2.3.1 Passione semplice    
            2.3.2 Memoria di ragazza