Categorie

Elenco articoli con tag:

Il Gorilla Quadrumàno

(2 risultati)

I video del Gorilla Quadrumàno

Continua lo speciale a cura di Massimo Marino dedicato agli ottanta anni di Giuliano Scabia, uno dei padri fondatori del nuovo teatro italiano, maestro profondo e appartato di varie generazioni, artista sperimentatore, poeta, drammaturgo, regista, attore, costruttore di fantastici oggetti di cartapesta, pittore dal tratto leggero e sognante, narratore, pellegrino dell’immaginazione, tessitore di relazioni, incantatore. In questa puntata e nella prossima mostriamo alcuni momenti delle invenzioni di Scabia e li sentiamo raccontati o commentati da lui medesimo. Iniziamo pubblicando alcuni video realizzati dal 1985 al 2003 con la cattedra di Drammaturgia del Dams di Bologna, per la maggior parte su materiali di Andrea Landuzzi. Narrano i viaggi del Gorilla Quadrumàno, un testo che si recitava nelle stalle della Bassa reggiana, trovato da uno studente e diventato una sonda per un lavoro di ricerca teatrale e antropologica con un gruppo di giovani universitari, durata dal 1974 al 1975 (vedi il libro pubblicato da Feltrinelli nel 1974, Il Gorilla Quadrumàno. Fare teatro / fare scuola. Il teatro come ricerca delle nostre radici profonde, e su doppiozero l’articolo Il passo del Gorilla)....

Alla ricerca della lingua del tempo

Il 7 maggio, alla sala Fontana di Milano, la rivista online di teatro ragazzi “Eolo” consegnerà un premio “alla gratitudine”, non alla carriera, a Giuliano Scabia, uno dei padri fondatori del nuovo teatro italiano, maestro profondo e appartato di varie generazioni, incantatore. Le motivazioni spiegano a chi non lo conosce qualcosa di questo artista sperimentatore, poeta, drammaturgo, regista, attore, costruttore di fantastici oggetti di cartapesta, pittore dal tratto leggero e sognante, narratore, pellegrino dell’immaginazione, tessitore di relazioni.   Si legge: «Eolo Awards 2015 alla gratitudine a Giuliano Scabia per aver imbevuto della sua poetica e del suo modo di rivivere l'arte teatrale tutto il teatro ragazzi italiano. È infatti lui che ci ha insegnato a sperimentare sempre e comunque nuovi confini e forme, è lui che ci ha insegnato a essere sempre fuori dall'ordinario, sempre alla ricerca di nuovi linguaggi e, soprattutto, di nuovi pubblici, convinto che ‘coloro insieme ai quali canti, modificano il tuo canto’ e ben lo sappiamo noi che viviamo a contatto sempre con i cuccioli d'uomo....