AUTORI
Mirko Lino
27.07.2015

Porno mainstream/porno alternativo

Negli ultimi anni la pornosfera ha notevolmente espanso i propri confini penetrando prepotentemente nei formati e nell'immaginario della cultura pop, secondo quel fenomeno che Brian McNair ha chiamato pornification of the mainstream: una produzione culturale che utilizza diffusamente le rappresentazioni visualmente affini al porno. Si tratta di un fenomeno in continua definizione che trova una solida riconfigurazione nel netporn, il consumo di pornografia online presso le grandi piattaforme come YouPorn, PornHub, Xvideos, ecc. Il netporn ha aperto nuovi orizzonti critici all'interno degli studi sulla pornografia: nuovi media, cultura convergente, pubblici frammentati, modalità di fruizione e modelli economici sono i fenomeni che prendono forma in rappresentazioni che...

06.03.2015

Porno nel virtuale

Come ha fatto notare Peter Johnson in un saggio del 1996 dall'emblematico titolo Pornography Drives Technology: Why Not to Censor the Internet, la pornografia è uno dei primi e tra i più creativi contenuti a cui si rivolgono i media emergenti. Alla luce delle forti restrizioni disposte dal Communications Decency Act (1996), Johnson spiega quanto possa essere improduttivo per la società censurare contenuti softcore e hardcore, e compie un excursus tra le forme e i linguaggi mediali del passato, illustrando le intriganti ricadute culturali della diffusione di contenuti pornografici. Dalla diffusione delle forme dialettali alla stampa, dal dagherrotipo alle VHS sino a Internet, la pornografia ha mostrato alle nuove tecnologie le strade da intraprendere.   Cos...

14.01.2015

La Cresta dell’onda di Thomas Pynchon

La cresta dell’onda (Bleeding Edge) di Thomas Pynchon (Einaudi, 2014, trad. Massimo Bocchiola) restituisce al lettore la varietà dei consumi culturali, l’incontrollabilità della tecnologia e l’ambiguità della rete che contraddistinguono la società contemporanea: i videogiochi, le simulazioni del reale, le serie tv, il cinema, ma anche le spinose questioni riguardo alla democratizzazione o controllo del cyberspazio. Se tuttavia questo romanzo tradisce le aspettative dei lettori più affezionati, soprattutto per l’assenza di un impianto narrativo centrifugo, al tempo stesso aggiorna quelli che sono i temi tradizionali dell’immaginario pynchoniano, rapportandoli alle trame della società dell’informazione globale....