Categorie

Elenco articoli con tag:

conformismo

(2 risultati)

conformismo e conformismo deluxe / Soprattutto niente zelo

Si sa davvero quasi soltanto ciò che ci si ricorda – o meglio ci si scorda – di sapere a ogni scelta, a ogni momento: ciò che è divenuto riflesso. I riflessi, le prime reazioni ci dicono di cosa siamo fatti. Se guardo alla mia generazione e a quelle limitrofe, mi accorgo ad esempio che tra le intelligenze più efficienti e culturalmente attrezzate è cresciuta via via un’attitudine che forse chiamare identificazione con l’aggressore è troppo, ma che senz’altro le somiglia molto. Nel giudicare la realtà, le persone a cui penso dividono automaticamente le situazioni nelle quali ci si comporta da esperti, e dunque è proibito ogni pathos o dubbio radicale, dalle situazioni nelle quali si sfoga per contraccolpo tutto il desiderio di miti. A ben vedere, però, le due situazioni si fondono in una sola: entrambe infatti definiscono qualcosa di intoccabile, e fondendosi chiudono la crepa dell’atteggiamento critico. Il fatto è che oggi molti sono terrorizzati dall’idea di poter apparire ingenui o moralisti, di rimanere indietro.   Per giustificare i loro riflessi, spesso guidati da un’erudizione nerd e dalla fobia della spontaneità, raccontano a sé stessi e agli altri di volersi opporre...

Teorie per l'oggi / Saturazione

- “Non hai capito quello che sto cercando di dirti.”  - “No, non è vero che non ho capito, non ho sentito.”  - “Come!? Allora parlo più forte.”  - “Ma no, cosa capisci!? Sto dicendo che non sento mio quello che dici, non mi risuona.”  - “E già, è da qualche tempo che quando mi dici che mi stai ascoltando a me pare che tu non sia qui. Mi fissi, certo, ma in modo vuoto e mi pare che aspetti solo che io stia zitto.” - “Ti sbagli, ti ascolto sempre, ma non ti sento, non ritrovo traccia di quello che dici dentro di me. Tutto mi sembra detto e ridetto, consumato.”  - “Eppure cerco le parole più adatte…..” - “Ah! Le parole, le parole, questo tuo mondo fatto di parole!”  - “Non mi pare che vada meglio con i fatti.”  - “Quelli poi….. è da tempo che non ci sono fatti.”  - “Anche questo continui a dirmelo, anzi prima o poi mi aspetto che tu lo dica, e puntualmente lo dici.”  - “Beh! Se è per quello, potrei scriverti prima quello che ci diremo la prossima volta che ci parliamo.”  - “Anche per me vale la stessa cosa. Forse per noi parlarci è diventato non dirci più nulla.”   Ciò che ha in sé abbastanza o troppo di qualche cosa e non può...