I video del Gorilla Quadrumàno

Continua lo speciale a cura di Massimo Marino dedicato agli ottanta anni di Giuliano Scabia, uno dei padri fondatori del nuovo teatro italiano, maestro profondo e appartato di varie generazioni, artista sperimentatore, poeta, drammaturgo, regista, attore, costruttore di fantastici oggetti di cartapesta, pittore dal tratto leggero e sognante, narratore, pellegrino dell’immaginazione, tessitore di relazioni, incantatore. In questa puntata e nella prossima mostriamo alcuni momenti delle invenzioni di Scabia e li sentiamo raccontati o commentati da lui medesimo. Iniziamo pubblicando alcuni video realizzati dal 1985 al 2003 con la cattedra di Drammaturgia del Dams di Bologna, per la maggior parte su materiali di Andrea Landuzzi. Narrano i viaggi del Gorilla Quadrumàno, un testo che si recitava nelle stalle della Bassa reggiana, trovato da uno studente e diventato una sonda per un lavoro di ricerca teatrale e antropologica con un gruppo di giovani universitari, durata dal 1974 al 1975 (vedi il libro pubblicato da Feltrinelli nel 1974, Il Gorilla Quadrumàno. Fare teatro / fare scuola. Il teatro come ricerca delle nostre radici profonde, e su doppiozero l’articolo Il passo del Gorilla).

 

Le puntate precedenti dello speciale comprendono l’intervista Alla ricerca della lingua del tempo, la pubblicazione in quattro puntate del poema Albero stella di poeti rari – Quattro voli col poeta Blake (lo potete scaricare in pdf qui), l’articolo di Oliviero Ponte di Pino sul suo teatro, l’intervista di Attilio Scarpellini sulla delicata questione della violenza politica, incrociata in vari momenti dal ricercare di questo poeta teatrante, lo sguardo allo Scabia “veneto” di Fernando Marchiori, il racconto di Francesca Gasparini sul laboratorio di Scabia all’Università di Bologna, il suo originale, erratico, esperienziale, teatrale insegnamento dal 1972 al 2005.

 

Immagini del Gorilla Quadrumano

 

Video di Giuliano Scabia e Andrea Landuzzi | Durata: 50'. Prodotto dalla Cattedra di Drammaturgia 2 , Dipartimento di Musica e Spettacolo, Università di Bologna. Montaggio sonoro: Stefano Barnaba

 

 

Il video è stato realizzato nel 1985, molti anni dopo la conclusione dell'esperienza del gruppo teatrale che si era formato nel 1972/73, nell'ambito di un seminario di drammaturgia condotto da Giuliano Scabia presso l'Università di Bologna. Nel montaggio sono stati usati materiali video provenienti da fonti diverse, quasi sempre amatoriali, assieme a foto e disegni creati durante le azioni che il gruppo ha svolto in Italia e all'estero.

 

Il Gorilla Quadrumàno. Viaggio dai monti alla Montedison

 

 

Nei 1974 Amedeo Fago, scenografo ma anche regista di cinema e di teatro, realizzò con Giovanni Pellegrino, questo documentario, durante una delle tappe del viaggio che il gruppo del Gorilla stava compiendo. Questa volta le azioni del Gruppo, dopo l'Appennino reggiano, si spostano a Mira, un comune vicino a Venezia.

 

Primo Maggio del Gorilla al Pilastro, 1975

 

Progetto Archivio Digitale Scabia 2003-2005

A cura di Dario Canè, Giuliano Scabia | Durata: 6'. Immagini d'archivio: Andrea Landuzzi; Supervisione tecnica: Frank Baliello; Montaggio e correzione video: Claudio Lamperti

 

 

Il video, commentato dalla voce di Giuliano Scabia, è formato da immagini girate in super 8 durante un intervento del Gruppo del Gorilla Quadrumano presso un quartiere di Bologna che si chiama Pilastro nel 1975.

 

Grande Commedia del Gorilla a Nancy, 1975

 

Progetto Archivio Digitale Scabia 2003-2005

A cura di Dario Canè, Giuliano Scabia | Durata: 30'. Immagini filmato super8: Andrea Landuzzi; Supervisione tecnica: Frank Baliello; Montaggio e correzione video: Claudio Lamperti

 

 

Il filmato racconta il viaggio del Gruppo del Gorilla al Festival internazionale del teatro di Nancy. Spettacoli, azioni teatrali nelle strade culminate con l'allestimento di un grande mercato che è servito da luogo di incontro con gli abitanti della città.

La voce di Giuliano Scabia commenta le immagini.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO
08 Luglio 2015