Categorie

Elenco articoli con tag:

pixel

(2 risultati)

L’efficacia semiotica / Paolo Fabbri: sulle immagini giuste

È uscito presso l’editore Mimesis L’efficacia semiotica, una raccolta di venti lunghe interviste a Paolo Fabbri, studioso dei linguaggi e dei segni del contemporaneo. “Leggendole una di seguito all’altra – scrive nell’introduzione di Gianfranco Marrone, curatore del volume – emerge molto chiaramente, a strutturare un materiale in apparenza variegato, il disegno di un preciso orizzonte di ricerca – quello della semiotica come teoria critica dei linguaggi e della significazione –, con alcuni punti fermi della teoria (lo strutturalismo, la testualità, il racconto, l’enunciazione, le passioni, la semiosfera), ben precise discipline di riferimento (antropologia, linguistica, teoria della comunicazione, storia dell’arte, critica letteraria), molte questioni fondamentali (la costruzione dell’empiria, la centralità della traduzione, l’esigenza della comparazione…), un certo numero di riprese tematiche (le strategie, i conflitti, il terrorismo, le arti, i media vecchi e nuovi, la poesia, l’immagine, la politica, le tecnologie, la moda, il camouflage, il segreto, la profezia, gli zombie), alcuni autori di riferimento (Saussure, Hjelmslev, Lévi-Strauss, Jakobson, Barthes, Greimas, Foucault,...

Ciechi

Sorprendenti i servizi televisivi sui falsi ciechi. I filmati mostrano la persona incriminata che entra in un bar o passa per  una via, per esempio, e fa senza difficoltà tutto quello che fa una persona vedente, evita ostacoli, si ferma a leggere un annuncio o un cartello stradale o altro. Il fatto è che per rispettare la privacy, le immagini sono tutte pixelate – malamente, con pixeloni enormi – per nascondere i volti di tutti, le targhe delle macchine, qualsiasi segno distintivo. Il risultato sono immagini in cui non si vede praticamente niente. Immagini accecate, verrebbe da dire, o forse per ciechi, chissà? Scherzi della televisione, più pretende e meno rischia di mostrare.   Poi, come al solito, viene però da pensare altro: e se fosse proprio quello ciò che c’è da vedere? Effetto Matrix, si dirà: un mondo digitale, in realtà fatto di pixel. Oppure: finalmente vediamo anche i pixel, sia delle immagini che della realtà. E dunque: cosa sarebbero i corrispondenti dei pixel nel mondo reale?   Non arrivo fino a dire che i pixel sono nei nostri occhi, tuttavia un giorno...