raccontarci le parole più espressive dei nostri dialetti

 

In preghiera

Dopo la foto al bar, entrai in Chiesa Rossa, per esteso nella Parrocchia di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa, sempre in zona cinque. Nella canicola milanese di un pomeriggio di luglio stavo fotografando gente in cerca di ristoro.

 

C’erano tre anziane signore che occupavano due panche in fondo alla chiesa, vicino all’altare e recitavano il rosario. Mi sedetti anch’io, dalla parte opposta, in un banco in prossimità dell’ingresso.

 

Dopo alcuni minuti entrò l’uomo della foto, per rivolgere le sue preghiere alla Madonna, si raccolse di fronte al simulacro della Santa Vergine, posto nella cappella che rimaneva alla mia sinistra. Collocai la macchina fotografica sopra lo stretto piano di legno che c’è di fronte ad ogni panca, quello dove si poggiano i gomiti quando ci si genuflette, perché avevo bisogno di un sostegno per usare un tempo d’esposizione molto lento. Girai la macchina verso di lui e rubai la foto.

 

Ero andato in Chiesa Rossa perché sapevo che di giorno c’è una bella luce naturale e volevo fotografare al suo interno. La sera invece c’è una particolare illuminazione artificiale realizzata dall’artista newyorchese Dan Flavin, alcuni neon colorati cambiano la tinta alle pareti e al soffitto.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO

10 Ottobre 2013