raccontarci le parole più espressive dei nostri dialetti

 

OGR | La cura del mondo

L'assoluta egemonia di una prospettiva economicistica ha avuto come prima conseguenza quella di sfaldare la possibilità di legame sociale e di promuovere una visione individualista e competitiva. Negli ultimi anni risultano evidenti i costi culturali e sociali, ma anche economici, di una modalità consumistica di abitare il mondo che non interroga le conseguenze del suo agire. Il riscaldamento globale appare come un’ultima chiamata, un invito non a operare correzioni parziali e aggiustamenti, ad adottare nuove strategie, ma a cambiare radicalmente la prospettiva e l’orizzonte di senso. Parlare di cura significa parlare di responsabilità comuni, di legami, di contaminazioni. È essenziale che il discorso torni ad abitare il mondo e che lo faccia partendo da una messa a tema dei nodi che testimoniano lo sfilacciarsi del discorso sociale.

 

Abbiamo organizzato, alle OGR di Torino, quattro incontri che provano a annodare un’idea astratta di cura del mondo a una messa a tema dell’altro fuori di noi e della relazione come condizione di possibilità di una partita necessaria.

 

21 settembre, 18.30

Gabriella Caramore | Il tempo ultimo

 

29 ottobre, 18.30

Melania Mazzucco

 

30 Novembre, 18.30

Donatella Di Cesare

 

14 dicembre, 18.30

Chiara Guidi 

 

 

Tutti gli incontri sono gratuiti, con prenotazione obbligatoria.

Per maggiori informazioni: ogrpublicprogram@fondazioneartecrt.it

Corso Castelfidardo, 22

10128 - Torino (TO)

 

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO