Qualcuno e i suoi passi

Qualcuno e i suoi passi

dentro il suono che fa l’alba

una specie di rumore

una sorta di stupore

un momento dopo l’altro

un piede dopo l’altro:

 

il gabbiano fermo a San Tomà

l’odore di caffè che viene da un bar

il gatto alla Scuola Grande di San Rocco

il ponte dove mi hai aspettato

la prima volta;

 

credevo di sbagliare strada

e invece l’ho trovata

così mi trovano i canali

che spuntano e non so

se l’acqua applauda

ma mi accompagna.

Ph Fulvio Roiter.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO
16 Ottobre 2018