Era il vedere

Era il vedere

era il guardare

a legarmi qui,

i riflessi sulla laguna

le finestre fino all’acqua

l’acqua fino alle ginocchia.

 

Poi è divenuto odore,

il tanfo della bassa marea

le alghe ghiacciate

umido negli armadi.

 

Oggi sono gli abbracci,

ai campi dell’ultimo saluto

ai muri scena di sempre

alla cenere nella laguna

cercando le tue mani, i tuoi occhi.

La polvere dei ricordi. 

Opera di Albarrán e Cabrera.

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOPPIOZERO